Sito in manutenzione

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Torniamo appena possibile

Lasciaci un tuo commento

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Se passi di qua e ti piace questo diario, lasciaci un tuo commento o almeno un saluto. Ci fara' molto piacere e magari potremo scambiarci impressioni e idee su questi e su altri possibili viaggi

Ciao e grazie
Carla & Fabio

PS: non fate caso alle date, servono solo a mettere in ordine le descrizioni, ma vi assicuro che il blog è costantemente in aggiornamento

A piedi dal Big Ben a Tower Bridge

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Girare a piedi per Londra è un modo per apprezzare veramente questa città e per scoprire 

attrazioni e piccoli tesori ad ogni passo.

L'offerta di "camminate guidate" è veramente infinita. Se volete farlo con una guida di alto livello e soprattutto approfittando dell'occasione per un full immersion di inglese, provate alla  London Walks, che ogni giorno vi porta nei luoghi piu' belli e poco conosciuti della città.

Uno dei percorsi piu' panoramici è invece quello che vi descrivo di seguito, che potete fare tranquillamente da soli.

Read more ...

London by bus

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Se utilizzare l'Underground per spostarsi a Londra assicura tempi certi e massima velocità (la Metropolitana di Londra arriva puntualmente dappertutto), girare con gli autobus di superfice è senz'altro il mezzo migliore per apprezzare la città in tutte le sue sfumature, riuscendo, tra l'altro, a vederne gran parte stando comodamente seduti e al riparo dalla pioggia.

Non ci sono piu' purtroppo i vecchi "double decker" (vedi la foto in alto del"Roadmaster", il più famoso dei bus aperti nella parte posteriore), dove si poteva salire e scendere al volo, anche quando erano fermi al semaforo o in coda. I bus londinesi sono ancora a due piani, ma sono completamente chiusi: bisogna attenderli perciò solo alle fermate ufficiali, in genere comunque ben segnalate.

Read more ...

Londra: The Ceremony of the Keys

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

La "Ceremony of the Keys" (la Cerimonia delle Chiavi) è una di quelle manifestazioni che mostrano come l'Inghilterra sia ancora, caparbiamente, legata alle sue tradizioni piu' antiche.

Non solo per la Cerimonia in sè, ma anche perchè, per parteciparvi, bisogna spedire una lettera (proprio una di quelle buste che si imbucano nella cassetta rossa e che poi il portalettere ci consegna a casa!) con un po' di proprie informazioni e poi attendere la conferma ed i biglietti d'ingresso. Non sono ammesse richieste via fax, via telefono o via mail. Non sono ammesse richieste dai Tour Operators o da altre organizzazioni turistiche. Proprio come una volta.

Read more ...

Londra

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Londra è un po' la nostra seconda città, forse il posto in Europa dove abbiamo trascorso piu' tempo, dopo Milano.
Sarà la sua atmosfera internazionale, di città aperta, multiforme, sempre uguale, ma sempre diversa. Sarà il contrasto tra tradizione e cambiamento, tra passato e futuro, tra nuovo e antico.

Sarà il tempo metereologico, con i suoi cambiamenti repentini tra limpido e piovoso, tra vento gelato e tiepido sole, in un'alternanza che rivela scorci inattesi e panorami intensi. Per tutto questo, ma non solo, Londra è la nostra città preferita, di gran lunga più attraente di Parigi, Madrid o Berlino. E per questo, appena possiamo, ci torniamo più che volentieri.

Ci siamo stati innumerevoli volte, per un week end o per periodi piu' lunghi, senza mai annoiarci. A Londra si possono fare tantissime cose, scoprire angoli nascosti,  visitare monumenti, partecipare a manifestazioni: si trova sempre qualcosa di nuovo, di mai visto, di inatteso.

Vi daremo, un po' alla volta, qualche spunto e qualche suggerimento - seguendo i link qui sotto - per riempire magari un ritaglio di tempo o qualche serata, dopo aver visitato i luoghi canonici, come ogni guida comanda.

Naturalmente, ogni suggerimento è benvenuto, tanto noi, prima o poi, ci torniamo!

Qui tutti gli articoli scritti su Londra

Sicilia - Dicembre 2005

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Per la sua vicinanza e perche', forse, poco conosciuta, la Sicilia potrebbe sembrare quasi una meta banale.
Per questo il viaggio e' stato per noi una esperienza straordinaria, che ad ogni citta' ci ha riservato sorprese inaspettate e splendide.

Itinerario del viaggio in SiciliaIl viaggio inizia a Palermo, per proseguire poi in senso antiorario toccando alcune tra le principali citta': Trapani, Agrigento, Siracusa, Catania, attraverso una miriade di tappe meno note, ma ugualmente eccezionali: Segesta, Selinunte, Erice, Villa Armerina, solo per citarne alcune.

 

Nonostante il viaggio si sia svolto in inverno, non sono mancati i momenti di clima eccezionalmente mite, anche se, a volte, disturbato da qualche pioggia 'primaverile'. I mandorli in fiore nella Valle dei Templi il giorno di Capodanno sono comunque una esperienza unica.

Brasile - Cataratas do Iguassu

User Rating: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active

Il punto dove il fiume Iguassu sfocia (Foz) nel piu' grande fiume Parana' (2.570Km), il secondo fiume dell'America Latina, dopo il Rio delle Amazzoni. A pochi chilometri dalla citta' di Foz, si trovano le cascate, un insieme di 275 precipizi d'acqua all'interno di una gola lunga 3 Km. Il periodo migliore per vederle e' Febbraio - Marzo, quando il fiume ha la portata maggiore. Sfortunatamente, noi le abbiamo visitate durante un Agosto particolarmente secco, tanto da essere ricordato come il piu' secco degli ultimi 30 anni. Nonostante questo, lo spettacolo e' comunque impressionante. Le cascate si visitano sia dal lato argentino (La Garganta del diablo - la gola del diavolo), sia dal lato brasiliano, molto piu' tranquillo e ombreggiato.

Il lato argentino si raggiunge a bordo di un simpatico trenino, che corre in mezzo alla vegetazione bassa. L'ultimo tratto si fa a piedi, sopra passerelle di legno o di ferro. Si arriva cosi' proprio sopra alla cascata principale che, anche se non alla massima portata, e' impressionante.

Italia 1

Sicilia 1

Articoli relativi al viaggio in Sicilia

Asia 5

Laos 4

Terra di un milione di elefanti

Joomla SEF URLs by Artio