Sito in manutenzione

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Torniamo appena possibile

Lasciaci un tuo commento

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Se passi di qua e ti piace questo diario, lasciaci un tuo commento o almeno un saluto. Ci fara' molto piacere e magari potremo scambiarci impressioni e idee su questi e su altri possibili viaggi

Ciao e grazie
Carla & Fabio

PS: non fate caso alle date, servono solo a mettere in ordine le descrizioni, ma vi assicuro che il blog è costantemente in aggiornamento

A piedi dal Big Ben a Tower Bridge

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Girare a piedi per Londra è un modo per apprezzare veramente questa città e per scoprire 

attrazioni e piccoli tesori ad ogni passo.

L'offerta di "camminate guidate" è veramente infinita. Se volete farlo con una guida di alto livello e soprattutto approfittando dell'occasione per un full immersion di inglese, provate alla  London Walks, che ogni giorno vi porta nei luoghi piu' belli e poco conosciuti della città.

Uno dei percorsi piu' panoramici è invece quello che vi descrivo di seguito, che potete fare tranquillamente da soli.

Leggi tutto...

London by bus

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Se utilizzare l'Underground per spostarsi a Londra assicura tempi certi e massima velocità (la Metropolitana di Londra arriva puntualmente dappertutto), girare con gli autobus di superfice è senz'altro il mezzo migliore per apprezzare la città in tutte le sue sfumature, riuscendo, tra l'altro, a vederne gran parte stando comodamente seduti e al riparo dalla pioggia.

Non ci sono piu' purtroppo i vecchi "double decker" (vedi la foto in alto del"Roadmaster", il più famoso dei bus aperti nella parte posteriore), dove si poteva salire e scendere al volo, anche quando erano fermi al semaforo o in coda. I bus londinesi sono ancora a due piani, ma sono completamente chiusi: bisogna attenderli perciò solo alle fermate ufficiali, in genere comunque ben segnalate.

Leggi tutto...

Londra: The Ceremony of the Keys

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La "Ceremony of the Keys" (la Cerimonia delle Chiavi) è una di quelle manifestazioni che mostrano come l'Inghilterra sia ancora, caparbiamente, legata alle sue tradizioni piu' antiche.

Non solo per la Cerimonia in sè, ma anche perchè, per parteciparvi, bisogna spedire una lettera (proprio una di quelle buste che si imbucano nella cassetta rossa e che poi il portalettere ci consegna a casa!) con un po' di proprie informazioni e poi attendere la conferma ed i biglietti d'ingresso. Non sono ammesse richieste via fax, via telefono o via mail. Non sono ammesse richieste dai Tour Operators o da altre organizzazioni turistiche. Proprio come una volta.

Leggi tutto...

Sicilia - Dicembre 2005

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Per la sua vicinanza e perche', forse, poco conosciuta, la Sicilia potrebbe sembrare quasi una meta banale.
Per questo il viaggio e' stato per noi una esperienza straordinaria, che ad ogni citta' ci ha riservato sorprese inaspettate e splendide.

Itinerario del viaggio in SiciliaIl viaggio inizia a Palermo, per proseguire poi in senso antiorario toccando alcune tra le principali citta': Trapani, Agrigento, Siracusa, Catania, attraverso una miriade di tappe meno note, ma ugualmente eccezionali: Segesta, Selinunte, Erice, Villa Armerina, solo per citarne alcune.

 

Nonostante il viaggio si sia svolto in inverno, non sono mancati i momenti di clima eccezionalmente mite, anche se, a volte, disturbato da qualche pioggia 'primaverile'. I mandorli in fiore nella Valle dei Templi il giorno di Capodanno sono comunque una esperienza unica.

Il viaggio in Birmania - 2006

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il Myanmar e' una specie di paese incantato, quasi un salto indietro nel tempo, quando la vita quotidiana si svolgeva secondo ritmi molto diversi da quelli che ormai ci sono consueti.

Mappa del Myanmar
Il percorso del viaggio in Birmania

Le distese di templi di Bagan, le placide acque del lago Inle, il luccichio dorato della Swedagon Pagoda, la gentilezza discreta della popolazione, rimarranno per sempre nella memoria, avvolti da un alone di magica luce.

Le cronache dei mesi successivi al nostro viaggio ci ricordano immancabilmente che in quel paese la liberta' non esiste, una terribile dittatura, una delle peggiori del mondo, tiene l'intero paese con il pugno di ferro, vietando qualsiasi contatto con l'esterno, per disporre a proprio piacimento delle notevoli ricchezze del paese.

Una di queste ricchezze e' proprio il turismo, perche' la Birmania e' ricca di paesaggi e di tesori artistici assolutamente notevoli.

abiti birmani
Contadini birmani con il classico abito locale

Il viaggio in Birmania e' sempre un punto interrogativo: andare e, in qualche modo, riconoscere il governo locale come legittimo, tra l'altro finanziando col proprio viaggio le gia' pingui finanze della dittatura, oppure non andare e abbandonare a se stessa quella popolazione mite, rassegnata, ma al tempo stesso fiera: abbiamo deciso per la prima scelta, con l'obiettivo pero' di guardare, di documentare, di parlare, una volta tornati, di questa dittatura terribile.

Non abbiamo avuto moltissime occasioni di comunicare, di parlare con la gente del posto. Ma abbiamo cercato di documentare la loro vita, semplice, povera, ma dignitosa. Vogliamo qui raccontare la grande impressione che ci ha fatto questo bellissimo paese e contemporaneamente denunciare lo stato di assoluta mancanza di ogni diritto e di ogni liberta'.

Questo sito e' nato anche per questo.

Il nostro viaggio in Laos

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Terra di un milione di elefanti. Con questo nome era conosciuto, nell'antichita', il Laos, oggi mosaico di etnie e paradiso per gli amanti della natura incontaminata. Dopo quattro secoli di guerre con i paesi confinanti, dopo piu' di un secolo di dominio francese, dopo l'inevitabile coinvolgimento nella guerra del Vietnam e i successivi anni bui di guerra fredda, questo paese ha saputo riprendere in  mano il proprio destino, aprendosi al mercato ed al turismo e sperimentando i primi segni, se non di benessere, almeno di minore poverta'.

Mappa Laos
Il nostro viaggio in Laos

Il nostro viaggio comincia nel nord-ovest, da Huay Xai, dove, attraversando il Mekong, si lascia il Siam (Thailandia) e si entra in Indocina. Dopo due giorni di navigazione sulla acque limacciose di questo lungo fiume, si giunge a Luang Prabang, la citta' "meglio conservata del sud-est asiatico", inserita nella lista dei luoghi Patrimonio dell'Umanita' sotto il patrocinio dell'UNESCO dal 1995. Da qui il nostro viaggio prosegue direttamente verso la Cambogia.

 

Italia 1

Sicilia 1

Articoli relativi al viaggio in Sicilia

Asia 4

Laos 3

Terra di un milione di elefanti